Back to Top

IL TAI CHI COME COMPLEMENTO DELLA FISIOTERAPIA

AUTORE

Francisco Pelayo de los Reyes
Rafael Maqueda Benítez
Studenti del terzo anno della Laurea in Fisioterapia presso l'Università di Sevilla.

Riassunto

Il Tai Chi è un'arte marziale tradizionale cinese che viene praticata in Cina da centinaia di anni. Combina respirazione diaframmatica profonda e rilassamento con varie posizioni fondamentali che si fondono l'una con l'altra attraverso movimenti lenti, delicati e dolci. È ottimo per lo sviluppo dell'equilibrio psicofisico, il controllo della respirazione insieme al movimento del corpo, la coordinazione oculo-manuale e il rilassamento. Tutto ciò apporta molteplici benefici sia a livello fisico che psicologico, alla persona che lo pratica. Perciò, e grazie anche alla facilità con cui può essere praticato da qualsiasi persona, il Tai Chi si converte in un complemento efficace della Fisioterapia tradizionale.

Parole chiave:Tai Chi, movimento, Fisioterapia, benefici.

Argomentazione

Da circa 25 anni, le arti marziali orientali godono di un grande successo, sia per il risvolto sportivo, che per i benefici che possono apportare. La conseguenza è stata un aumento del numero di praticanti di queste arti marziali, così come della loro notorietà dovuta, in questo caso, ai loro effetti benefici.

Ecco perché abbiamo deciso di analizzare il Tai Chi, per determinare quali dei suoi benefici sono reali e concreti.

La scelta di quest'arte marziale si deve alla sua ampia gamma di applicazioni. Grazie alle caratteristiche della sua realizzazione, il Tai Chi è adatto a tipi di persone molto differenti, a tutte le età, e praticamente senza alcun tipo di limitazioni.

Nell'ambito della fisioterapia, ci è sembrato interessante determinare se il Tai Chi può essere usato come complemento della riabilitazione, sia come trattamento complementare d'appoggio alla riabilitazione vera e propria, che come metodo d'esercizio per mantenere un buono stato di salute, dopo il recupero.

Ecco perché il Tai Chi Chuan riveste un grande interesse sociale, in quanto strumento efficace per la terapia di riabilitazione e per il mantenimento della salute.

Obiettivi.

-Mostrare se è possibile usare il Tai Chi Chuan come complemento della fisioterapia.

-Descrivere gli effetti benefici del Tai Chi Chuan.

-Determinare il livello di conoscenza del Tai Chi Chuan e dei suoi benefici.

-Presentare i campi della fisioterapia in cui il Tai Chi Chuan può risultare efficace come complemento.

Ipotesi

La pratica del Tai Chi Chuan è un efficace complemento del trattamento fisioterapico, poiché gli esercizi che incorpora producono dei benefici sia a livello fisico che psicologico.

Metodologia

-Contesto:

Per realizzare questo studio, ci siamo limitati a considerare due scuole di Tai Chi Chuan a Sevilla: la scuola di Tai Chi SADUS, e la scuola di arti marziali Aleste. Inoltre, per quanto riguarda i sondaggi con i fisioterapisti, ci siamo diretti agli ospedali Fremap e Virgen del Rocío, anch'essi a Sevilla.

-Soggetti di studio:
Dato che il Tai Chi Chuan può essere praticato da persone di tutte le età, il criterio di selezione era il più ampio possibile, ovvero ci interessava qualsiasi dato apportato da qualunque praticante, indipendentemente da sesso, età o professione.

Per quanto riguarda i fisioterapisti, l'unica restrizione era che conoscessero un po' il Tai Chi: bastava che sapessero che è un'arte marziale e che la sua pratica non richiede uno sforzo fisico considerevole.

Categorie: